L’Ambientalismo è di Destra!

L’Ambientalismo è di Destra!

L'Ambientalismo è di Destra! Triviale! De Lapalisse avrebbe utilizzato le stesse parole - visto che ormai non esiste più la sinistra... Ma, ammettiamo per assurdo che esistesse ancora una sinistra, di quella sinistra che serve a mantenere a galla le nostre democrazie...

Help us save Tuscia from Energy Sprawl! – fundraising

Help us save Tuscia from Energy Sprawl! – fundraising

HELP SAVE TUSCIA FROM ENERGY SPRAWL! Click HERE (GoFundMe) 403 Forbidden If you care about Italian landscapes and wish for a more nature/landscape friendly energy policy from the Italian government, this is the place to be. At the moment, with Italia Nostra onlus, our...

Criticità del Fotovoltaico a Terra e del Consumo di Suolo.

Criticità del Fotovoltaico a Terra e del Consumo di Suolo.

Eccoci. Era ora di pubblicare questo digest di articoli scientifici (per la più parte) che trattano del consumo di suolo legato alla produzione di energia da fonti dette rinnovabili (principalmente solare) e dell'impatto delle rinnovabili sull'ambiente e la qualità di...

La Zona Sacrificabile di Tuscania

Fotografie della zona del Comune di Tuscania (e zone limitrofe) che è stata sacrificata alla produzione di energia da fonti dette “rinnovabili”. Il territorio rurale di un eccezionale bellezza e rilevanza storica della Tuscia si vede ridotto ogni anno, e fagocitato dalle attività di consumo di suolo – dalle grandi opere agli impianti di produzione energetica o ai capannoni fantasma.

Ius Primae Noctis

Il cittadino? La gleba? La partecipazione? La rassegnazione? Il cittadino è pronto a cedere i suoi beni più preziosi per paura di perdere il poco che...

Passeggiando per la Macroarea

La Macroarea di Tuscania dove si possono realizzare i megaimpianti di fotovoltaico a terra (ma non solo) è di una grande bellezza. Nonostante le leggi del mercato neoliberista che mettono in difficoltà gli imprenditori agricoli, la maggioranza dei terreni sono a prima...

Valori

Che splendore. Coltivare la terra nel rispetto degli equilibri naturali è certamente il più nobile lavoro. L'economia delle banche è della grande distribuzione fanno di tutto per uccidere la piccola agricoltura familiare...

Paesaggi Sostituiti – Pian di Vico

Se uno dovesse seguire l'ipotesi di tracciato della via Clodia secondo l'architetto Montuori, questo punto di vista panoramico che guarda su Pian di Vico (primo piano e al centro) in direzione del mare si troverebbe grossomodo sul percorso dell'antica via. Un arco di...

Macroarea

Tuscania, la macroarea sacrificata alla produzione di...

Incubo Rinnovabile

Una cosa si rinnova per certo ogni giorno: l'incubo di vedere questa terra dei paesaggi "Etruschi" trasformata in un altra zona sprawl come praticamente l'integrità del territorio non montano d'Itlaia. In questo caso sprawl energetico. Immaginate che scena era prima...

Rinnovabili e distruzione del paesaggio – un controsenso?

 

Convenzione Europea del Paesaggio – Firenze – 20-10-2000

Poche Parole Bastano

Poche Parole Bastano

Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte italiano, Dal 1999 al 2010 è stato direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha scritto diverse opere. Si dice a volte "un immagine vale più di un grande discorso". In questo caso direi: qualche parole scritte...

Luni sul Mignone

Luni sul Mignone... Tra la Aurelia bis e Tolfa-Allumiere, una zona quasi vergine, solo segnata dall'enigmatica ferrovia abbandonata. Una terra antica e mistieriosa.

Tuscia

35 chilometri di pura bellezza. Da Manziana al mare con la valle del Mignone e i Monti della Tolfa.

Là, lontano… Monti della Tolfa

Quando uno riesce a guardare oltre la foresta dei Monti Cimini generalmente scopre dei panorama fantastici che si estendono per oltre 30km - a volte 80 o 100km. Panorama praticamente incontaminati che richiamano tempi passati. Qui sui Monti della Tolfa, niente pale...

Tolfa

Tolfa magic

Il Mignone

Il Biedano segue il suo percorso nella valle.

Ma vogliamo lasciare solo l’asfalto alle generazioni future?

Più rifletto cercando di trovare una soluzione etica per salvare la Tuscia ed i Monti della Tolfa, più mi rendo conto che ciò che appare come disinteresse da parte della gente, è invece la totale inconsapevolezza dell'esistenza di una perla paesaggistica ed ambientale...

Valle del Mignone – Verso il Mare

Se potesse volare dovrei percorrere 35km in linea d'aria per tuffarmi nell'acqua.

Monti della Tolfa

2005 - Velvia 50.

La valle del Mignone – Rara Bellezza IV

Per molto tempo la valle del Mignone, la Farnesiana e i Monti della Tolfa nonché le zone rurali adiacenti sono stati sottovalutati da un punto di vista del potenziale socio-economico e turistico - parliamo di un turismo di nicchia sostenibile e non dei branchi delle...

Ogni albero è unico. Esseri vivi lottando per sopravvivere e crescere nel mondo reale. Ferite, insetti, funghi, siccità, freddo,… L’albero sviluppa diverse strategie per sopravvivere all’avversità, per riprodursi, per crescere. E facile per chi non è mai stato nella chioma di una albero monumentale non rendersi conto della natura vivente dell’albero, ma guardare o toccare un albero tenendo in mente che l’essere è vivo è un altra sensazione.

Albero Camporile per 2100?

Albero Camporile per 2100?

Tra una ottantina di anni, verso l'anno 2100, se nessuno taglia la pianta e la uccide, questa piccola quercia potrà diventare una...

L’unico motivo valido per capitozzare un albero è se a qualcuno piace vedere degli alberi che assomigliano a dei spaventapasseri.
Capitozzatura 11 – Alberi Mutilati

Capitozzatura 11 – Alberi Mutilati

Capranica. Degustbus ma non solo. Molti di questi alberi adulti decapitati o subendo tagli troppo grossi (senza parlare dell'eresia dei monconi) si amalano e su un periodo che piò andare da uno a dieci anni (a grandi linee) diventano dei morti vivi e sono da abattere....

Il video di presentazione dell’Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un progetto che ha sucitato l’interesse di vari sindaci dell Provincia.

Una scelta dei siti archeologici più scenici e naturali della Provincia

Corviano: altri tempi

La luce vibra nel paesaggio verticale della foresta dove ora, nella brezza del pomeriggio, le ultime foglie dell'autunno suonano con un timbro metallico, febbrilmente agganciate ai alberi. Guadato il fosso Martelluzzo con la cascatella di acqua chiara, il sentiero si...

Una scelta dei monumenti e paesi più belli della Provincia

Civita di Bagnoregio

Un'unica strada porta a Civita di Bagnoregio – la strada stretta che attraversa il paese di Bagnoregio e porta al belvedere. Li un piacevole giardino e un bar accolgono i visitatori. Ma ci si ferma prima del giardino del belvedere, a vedere l'intrigante Civita.     La...

Una scelta dei paesaggi più scenici e naturali della Provincia

Tuscia: terra di grano

Un oceano di luce, una superficie colore oro che ondula leggeremente nella brezza dell'alba; i campi di grano, di farro e di orzo della Tuscia sono una delizia per gli occhi... Parole alle immagini...          ...

Marturanum

Importante sito Etrusco con tombe arcaiche molto ben conservate. Percorsi naturalistici all'interno del Parco Reg. di Marturanum. Da facile a medio a funzione dei percorsi,  30min a 5...

Blera

Blera è uno dei siti Etruschi più importanti dell'Etruria meridionale con diversi elementi di cui necropoli a facciata, ponti, mole, altari disseminati intorno all'attuale città. Difficoltà bassa a media a funzione dei...

Pian della Regina

Insediamento Etrusco molto importante di fronte a Tarquinia. Paesaggio molto ampio, tempio monumentale di grandi dimensioni e porta Etrusca molto interessante. Difficoltà media a bassa - 30min a 3...