La Zona Sacrificabile di Tuscania

Fotografie della zona del Comune di Tuscania (e zone limitrofe) che è stata sacrificata alla produzione di energia da fonti dette “rinnovabili”. Il territorio rurale di un eccezionale bellezza e rilevanza storica della Tuscia si vede ridotto ogni anno, e fagocitato dalle attività di consumo di suolo – dalle grandi opere agli impianti di produzione energetica o ai capannoni fantasma.

Energy Sprawl – l’inizio!

Tuscania ha deciso di diventare l'attore principale della mutazione della Tuscia in una zona di sprawl energetico. Certo, alcuni diranno chi se ne frega del paesaggio e...

Il megaimpianto di Pian di Vico va avanti.

Nonostante il parere negativo da parte dell’ente preposto a tutelare il paesaggio e il patrimonio storico culturale Italiano, la regione da la su approvazione al megaimpianto di 250ha (circa) di fotovoltaico a terra a Pian di Vico. Che tristezza. Mangeremo grano...

Più che mai il paesaggio della Tuscia a Rischio!

Nonostante il parere negativo da parte dell'ente preposto a tutelare il paesaggio e il patrimonio storico culturale Italiano, la regione da la su approvazione al megaimpianto di 250ha (circa) di fotovoltaico a terra a Pian di Vico. Che tristezza. Mangeremo grano...

Collina

La zona sacrificabile alla produzione di energia da fonti rinnovabili. Una zona del tutto sconosciuta ormai sotto la luce dei proiettori.

Pian di Vico – Sensazioni Rurali

Quando avranno trasformato gli ultimi grandi spazi rurali d'Italia in una zona di energy sprawl, rimarrà l'energia per i cellulari e tutta l'oggettistica importata dalla cina... e la Nutella. Poi il grano lo prenderemo dall'Est visto che quello al Glifosato dal Canada...

Verso Sud

L'area del comune di Tuscania a Nord della SP4 riserva tante sorprese...

Torre di Arunte – paesaggi medievali della Tuscia

Torre di Arunte e Monte Canino. Purtroppo I 20 o 30 km di paesaggi rurali incontaminati potrebbero diventare una distesa di pannelli fotovoltaici o altri mezzi di produzione di energia da fonti rinnovabili. Qui in mezzo alla foto è previsto il mega impianto di...

Tuscania non si Tocca!

Nessuno può pensare sia giusto trasformare un territorio così bello e con tale potenziale agricolo e turistico, in una zona industriale destinata alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili. Ci sono alternative possibili per sviluppare una politica...

I Casali Intorno a Pian di Vico e al Megaimpianto Fv a Terra Previsto

I casali intorno a Pian di Vico dove è progettato il megaimpianto di fotovoltaico a terra sono di uno charme particolare, stoici nel paesaggio.

Rinnovabili e distruzione del paesaggio – un controsenso?

 

Convenzione Europea del Paesaggio – Firenze – 20-10-2000

Poche Parole Bastano

Poche Parole Bastano

Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte italiano, Dal 1999 al 2010 è stato direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha scritto diverse opere. Si dice a volte "un immagine vale più di un grande discorso". In questo caso direi: qualche parole scritte...

Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnesiana

Il video di presentazione dell'Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un...

Rinaldone e la Tolfa

Sulla strada del Ferrone, copelle e megaliti lavorati ricordano chiaramente gli elementi del popolo di Rinaldone della valle del Fiora... Gli elementi pre Etruschi sono numerosi sui Monti della Tolfa.

La valle del Mignone – Fly

Il controluce era molto difficile da gestire, ma la bellezza della valle del Mignone e l'angolo Nord-Ovest della Tolfa si esprimono comunque.

Da Cencelle a Luni

Da Cencelle a Luni sul Mignone. Un mondo da scoprire.

Tolfa

Tolfa magic

I Monti della della Tolfa: ambiente da preservare.

I monti della Tolfa. Nel centro, appena sulla sinistra e minuscolo sull'orizzonte, il Monte Canino. Poco sulla destra del centro il Monte Amiata. Monte Argentario tutto a sinistra. In mezzo, dietro i monti della Tolfa (in primo piano), la Tuscia: La valle del Mignone...

Valle del Mignone – Superstrada (proprio) in Mezzo 3.0!

In questa foto vediamo un' ampia porzione della Valle del mignone che sarebbe sventrata per sempre dalla superstrada se viene realizzato il tracciato "verde" della SS675, il cui destino risiede ormai nelle mani della Corte di giustizia Europea. Grazie ai cittadini...

In Lontananza

L'inizio della valle del Mignone... Sembra quasi perfetto. In lontananza Antica Monterano.

Paesaggio rustico – Lago di Bracciano

Il Lato Sud-Ovest del lago di Bracciano si inserisce con continuità nel paesaggio molto ben preservato dei Monti della Tolfa. Splendido.

Ogni albero è unico. Esseri vivi lottando per sopravvivere e crescere nel mondo reale. Ferite, insetti, funghi, siccità, freddo,… L’albero sviluppa diverse strategie per sopravvivere all’avversità, per riprodursi, per crescere. E facile per chi non è mai stato nella chioma di una albero monumentale non rendersi conto della natura vivente dell’albero, ma guardare o toccare un albero tenendo in mente che l’essere è vivo è un altra sensazione.

L’unico motivo valido per capitozzare un albero è se a qualcuno piace vedere degli alberi che assomigliano a dei spaventapasseri.
Capitozzatura 11 – Alberi Mutilati

Capitozzatura 11 – Alberi Mutilati

Capranica. Degustbus ma non solo. Molti di questi alberi adulti decapitati o subendo tagli troppo grossi (senza parlare dell'eresia dei monconi) si amalano e su un periodo che piò andare da uno a dieci anni (a grandi linee) diventano dei morti vivi e sono da abattere....

Il video di presentazione dell’Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un progetto che ha sucitato l’interesse di vari sindaci dell Provincia.

Una scelta dei siti archeologici più scenici e naturali della Provincia

Corviano: altri tempi

La luce vibra nel paesaggio verticale della foresta dove ora, nella brezza del pomeriggio, le ultime foglie dell'autunno suonano con un timbro metallico, febbrilmente agganciate ai alberi. Guadato il fosso Martelluzzo con la cascatella di acqua chiara, il sentiero si...

Una scelta dei monumenti e paesi più belli della Provincia

Civita di Bagnoregio

Un'unica strada porta a Civita di Bagnoregio – la strada stretta che attraversa il paese di Bagnoregio e porta al belvedere. Li un piacevole giardino e un bar accolgono i visitatori. Ma ci si ferma prima del giardino del belvedere, a vedere l'intrigante Civita.     La...

Una scelta dei paesaggi più scenici e naturali della Provincia

Tuscia: terra di grano

Un oceano di luce, una superficie colore oro che ondula leggeremente nella brezza dell'alba; i campi di grano, di farro e di orzo della Tuscia sono una delizia per gli occhi... Parole alle immagini...          ...

Marturanum

Importante sito Etrusco con tombe arcaiche molto ben conservate. Percorsi naturalistici all'interno del Parco Reg. di Marturanum. Da facile a medio a funzione dei percorsi,  30min a 5...

Blera

Blera è uno dei siti Etruschi più importanti dell'Etruria meridionale con diversi elementi di cui necropoli a facciata, ponti, mole, altari disseminati intorno all'attuale città. Difficoltà bassa a media a funzione dei...

Pian della Regina

Insediamento Etrusco molto importante di fronte a Tarquinia. Paesaggio molto ampio, tempio monumentale di grandi dimensioni e porta Etrusca molto interessante. Difficoltà media a bassa - 30min a 3...