Ius Primae Noctis

Ius Primae Noctis

Il cittadino? La gleba? La partecipazione? La rassegnazione? Il cittadino è pronto a cedere i suoi beni più preziosi per paura di perdere il poco che...

L’Ambientalismo è di Destra!

L’Ambientalismo è di Destra!

L'Ambientalismo è di Destra! Triviale! De Lapalisse avrebbe utilizzato le stesse parole - visto che ormai non esiste più la sinistra... Ma, ammettiamo per assurdo che esistesse ancora una sinistra, di quella sinistra che serve a mantenere a galla le nostre democrazie...

Preferite Decrescita Felice o Distopia?

Preferite Decrescita Felice o Distopia?

Ecco dei collegamenti ad articoli che riguardano la "green economy", le rinnovabili e il consumo di suolo. 1.L'ultimo che ho trovato parla del collasso ecologico con la green economy:...

Complimenti a Bolsena

Complimenti a Bolsena

I platani monumentali non capitozzati dell'alberata di Bolsena sono bellissimi e rari. Complimenti agli amministratori della città per la gestione del patrimonio arboreo - non capitozzare i platani. Un altro bellissimo lavoro sul lungo lago con una grande varietà di...

La Zona Sacrificabile di Tuscania

Fotografie della zona del Comune di Tuscania (e zone limitrofe) che è stata sacrificata alla produzione di energia da fonti dette “rinnovabili”. Il territorio rurale di un eccezionale bellezza e rilevanza storica della Tuscia si vede ridotto ogni anno, e fagocitato dalle attività di consumo di suolo – dalle grandi opere agli impianti di produzione energetica o ai capannoni fantasma.

Ius Primae Noctis

Il cittadino? La gleba? La partecipazione? La rassegnazione? Il cittadino è pronto a cedere i suoi beni più preziosi per paura di perdere il poco che...

Passeggiando per la Macroarea

La Macroarea di Tuscania dove si possono realizzare i megaimpianti di fotovoltaico a terra (ma non solo) è di una grande bellezza. Nonostante le leggi del mercato neoliberista che mettono in difficoltà gli imprenditori agricoli, la maggioranza dei terreni sono a prima...

Valori

Che splendore. Coltivare la terra nel rispetto degli equilibri naturali è certamente il più nobile lavoro. L'economia delle banche è della grande distribuzione fanno di tutto per uccidere la piccola agricoltura familiare...

Paesaggi Sostituiti – Pian di Vico

Se uno dovesse seguire l'ipotesi di tracciato della via Clodia secondo l'architetto Montuori, questo punto di vista panoramico che guarda su Pian di Vico (primo piano e al centro) in direzione del mare si troverebbe grossomodo sul percorso dell'antica via. Un arco di...

Macroarea

Tuscania, la macroarea sacrificata alla produzione di...

Incubo Rinnovabile

Una cosa si rinnova per certo ogni giorno: l'incubo di vedere questa terra dei paesaggi "Etruschi" trasformata in un altra zona sprawl come praticamente l'integrità del territorio non montano d'Itlaia. In questo caso sprawl energetico. Immaginate che scena era prima...

Rinnovabili e distruzione del paesaggio – un controsenso?

 

Convenzione Europea del Paesaggio – Firenze – 20-10-2000

Poche Parole Bastano

Poche Parole Bastano

Salvatore Settis, archeologo e storico dell'arte italiano, Dal 1999 al 2010 è stato direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha scritto diverse opere. Si dice a volte "un immagine vale più di un grande discorso". In questo caso direi: qualche parole scritte...

Delicatessen! Remember.

Ricordati di quell'epoca. Ricorda come era prima dello SPRAWL! Quando guardare il paesaggio non significava scegliere uno stretto angolo visivo in mezzo ai tralicci e capannoni. Qui ancora si può. Civitella Cesi

5. Alberi Solitari – Asimmetrie

Quanti alberi solitari assimetrici...

ARCHIVIO – Salviamo la Tuscia I – il punto della situazione sul percorso previsto della SS 675 nella valle de Mignone

Questa sera ritorno su un'emergenza ambientale per l'Italia: Il passaggio previsto della ss675 nella valle del Mignone al confine dei Monti della Tolfa piuttosto che lungo la Aurelia Bis. I Monti della Tolfa e tutta questa zona dell'agro tolfetano rappresentano un...

Verde Colline di Monte Romano

A Sud e Est, Monte Romano si apre su paesaggi meravigliosi. Prima avrei anche detto a Nord, ma ormai c'è la Superstrada in Mezzo. Di quà e di là del Mostro di cemento deserto, allontanandosi esistono comunque angoli meravigliosi come Norchia o la Campagna tra la...

Paesaggio rustico – Lago di Bracciano

Il Lato Sud-Ovest del lago di Bracciano si inserisce con continuità nel paesaggio molto ben preservato dei Monti della Tolfa. Splendido.

Monti della Tolfa! Incontro con Rota

Arrivare sul borgo di Rota dalle colline tolfetane è sempre un piacere.

ARCHIVIO – Salviamo la Tuscia II – aggiornamento della situazione sul percorso previsto della SS 675 nella valle de Mignone

Ormai siamo in Gennaio 2017, e la Regione Lazio da il SI al progetto che prevede che la ss675 passa proprio nella valle del Mignone (lo chiamano "verde" ironicamente). Sarebbe l'inizio della fine dell'eccezione Tuscia! Comunque manca la V.I.A. (valutazione impatto...

Strada Panoramica

Scoprire i Monti della Tolfa trasmette una sensazione di tranquillità. Sembra viaggiare nel tempo e ritrovare l'Italia di 50 anni fa.

Ogni albero è unico. Esseri vivi lottando per sopravvivere e crescere nel mondo reale. Ferite, insetti, funghi, siccità, freddo,… L’albero sviluppa diverse strategie per sopravvivere all’avversità, per riprodursi, per crescere. E facile per chi non è mai stato nella chioma di una albero monumentale non rendersi conto della natura vivente dell’albero, ma guardare o toccare un albero tenendo in mente che l’essere è vivo è un altra sensazione.

22 – Albero Camporile al Tribunale

22 – Albero Camporile al Tribunale

Che eleganza questa Quercia circondata dal cemento. Numerose volte sono passato qui (vicino al tribunale di Viterbo) e questa principessa non mi era mai...

L’unico motivo valido per capitozzare un albero è se a qualcuno piace vedere degli alberi che assomigliano a dei spaventapasseri.

Il video di presentazione dell’Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un progetto che ha sucitato l’interesse di vari sindaci dell Provincia.

Una scelta dei siti archeologici più scenici e naturali della Provincia

Corviano: altri tempi

La luce vibra nel paesaggio verticale della foresta dove ora, nella brezza del pomeriggio, le ultime foglie dell'autunno suonano con un timbro metallico, febbrilmente agganciate ai alberi. Guadato il fosso Martelluzzo con la cascatella di acqua chiara, il sentiero si...

Una scelta dei monumenti e paesi più belli della Provincia

Civita di Bagnoregio

Un'unica strada porta a Civita di Bagnoregio – la strada stretta che attraversa il paese di Bagnoregio e porta al belvedere. Li un piacevole giardino e un bar accolgono i visitatori. Ma ci si ferma prima del giardino del belvedere, a vedere l'intrigante Civita.     La...

Una scelta dei paesaggi più scenici e naturali della Provincia

Tuscia: terra di grano

Un oceano di luce, una superficie colore oro che ondula leggeremente nella brezza dell'alba; i campi di grano, di farro e di orzo della Tuscia sono una delizia per gli occhi... Parole alle immagini...          ...

Marturanum

Importante sito Etrusco con tombe arcaiche molto ben conservate. Percorsi naturalistici all'interno del Parco Reg. di Marturanum. Da facile a medio a funzione dei percorsi,  30min a 5...

Blera

Blera è uno dei siti Etruschi più importanti dell'Etruria meridionale con diversi elementi di cui necropoli a facciata, ponti, mole, altari disseminati intorno all'attuale città. Difficoltà bassa a media a funzione dei...

Pian della Regina

Insediamento Etrusco molto importante di fronte a Tarquinia. Paesaggio molto ampio, tempio monumentale di grandi dimensioni e porta Etrusca molto interessante. Difficoltà media a bassa - 30min a 3...