C’era una volta una sughereta che, a vedere l’estensione di sughere camporili intorno all’attuale bosco di una quarantina di ettari e in direzione della valle del Marta, superava probabilmente i dieci chilometri quadrati. Una area compresa tra il Marta e la strada Dogana a Nord di Tuscania. Come si vede nel seguente collegamento, l’area di predilezione delle sughere si estende in realt√† intorno a Tuscania dal lago di Bolsena fino al mare inglobando Montalto e Canino fino a Civitavecchia.

http://www.provincia.vt.it/Ambiente/natura2000/sughereta/PIANO_GESTIONE_2.pdf

Un bosco tendenzialmente misto a cerro, roverella, leccio (ecc.) con sughere che dovrebbero essere indigene secondo l’articolo – ulteriori studi sono necessari per accertare questo fatto.