Santa Maria della Quercia

Santa Maria della Quercia

Una delle numerose perle della Tuscia che potrebbe portare ricchezza e prestigio alla provincia e contribuire alla crescita di settori economici ecosostenibili piuttosto che allo sfregio del territorio secondo la legge della giungla stile...

La Zona Sacrificabile di Tuscania

Fotografie della zona del Comune di Tuscania (e zone limitrofe) che è stata sacrificata alla produzione di energia da fonti dette “rinnovabili”. Il territorio rurale di un eccezionale bellezza e rilevanza storica della Tuscia si vede ridotto ogni anno, e fagocitato dalle attività di consumo di suolo – dalle grandi opere agli impianti di produzione energetica o ai capannoni fantasma.

Ius Primae Noctis

Il cittadino? La gleba? La partecipazione? La rassegnazione? Il cittadino è pronto a cedere i suoi beni più preziosi per paura di perdere il poco che...

Passeggiando per la Macroarea

La Macroarea di Tuscania dove si possono realizzare i megaimpianti di fotovoltaico a terra (ma non solo) è di una grande bellezza. Nonostante le leggi del mercato neoliberista che mettono in difficoltà gli imprenditori agricoli, la maggioranza dei terreni sono a prima...

Valori

Che splendore. Coltivare la terra nel rispetto degli equilibri naturali è certamente il più nobile lavoro. L'economia delle banche è della grande distribuzione fanno di tutto per uccidere la piccola agricoltura familiare...

Paesaggi Sostituiti – Pian di Vico

Se uno dovesse seguire l'ipotesi di tracciato della via Clodia secondo l'architetto Montuori, questo punto di vista panoramico che guarda su Pian di Vico (primo piano e al centro) in direzione del mare si troverebbe grossomodo sul percorso dell'antica via. Un arco di...

Macroarea

Tuscania, la macroarea sacrificata alla produzione di...

Incubo Rinnovabile

Una cosa si rinnova per certo ogni giorno: l'incubo di vedere questa terra dei paesaggi "Etruschi" trasformata in un altra zona sprawl come praticamente l'integrità del territorio non montano d'Itlaia. In questo caso sprawl energetico. Immaginate che scena era prima...

Rinnovabili e distruzione del paesaggio – un controsenso?

 

Convenzione Europea del Paesaggio – Firenze – 20-10-2000

ARCHIVIO – Salviamo la Tuscia II – aggiornamento della situazione sul percorso previsto della SS 675 nella valle de Mignone

Ormai siamo in Gennaio 2017, e la Regione Lazio da il SI al progetto che prevede che la ss675 passa proprio nella valle del Mignone (lo chiamano "verde" ironicamente). Sarebbe l'inizio della fine dell'eccezione Tuscia! Comunque manca la V.I.A. (valutazione impatto...

Valle del Mignone: Rara Bellezza – I

Quando ho cominciato a muovermi per difendere la valle del mignone da uno di quei scempi inutili delle grandi opere per fantasmi, lo facevo principalmente per allontanare la Superstrada dell'Inutile dalla sfera dei Monti della Tolfa e dell'Agro Biedano. Poi ho...

Tolfa – crepuscolo

Quella sera, scendendo dai Monti della Tolfa dove ci eravamo "persi" con il mio collega del Lazio dei Misteri, la luce crepuscolare era di un tono rosa inusuale. Tolfa sorprende ancora una volta, sorge nel paesaggio in cima al suo ripido monte.

Ancora una volta, gli Etruschi soccombono

Così disse il mio amico tedesco, grande amante della Tuscia, del suo paesaggio, dei piccoli borghi rurali, del cibo dai sapori di una volta, del suo clima: "Ancora una volta, gli Etruschi soccombono!" Aveva ancora l'accento marcato nonostante frequentasse l'Italia da...

Agro Biedano

In dieci anni, gran parte del paesaggio della Tuscia è stato alterato da capannoni industriali - alcuni vuoti o mai finiti - centrali a biomasse, trallicci per aria,... La parte intorno a Blera e ai Monti della Tolfa è rimasta tale qiuale.

Luni sul Mignone

Il luogo di una rara bellezza, noto per il suo sito archeologico, ha mancato in extremis la distruzione. Sembra che il buon senso ha prevalso ed il percorso dovrebbe seguire la Aurelia Bis...

A Pascolo nei Monti della Tolfa

Gli allevamenti allo stato brado in luoghi cosi scenici sono sempre belli da vedere. Ispirano un economia sana e rispettosa dell'ambiente. Uccidere un animale è sempre una decisione importante, e gli allevamenti intensivi sono mostruosi in più di essere undanno...

Ma vogliamo lasciare solo l’asfalto alle generazioni future?

Più rifletto cercando di trovare una soluzione etica per salvare la Tuscia ed i Monti della Tolfa, più mi rendo conto che ciò che appare come disinteresse da parte della gente, è invece la totale inconsapevolezza dell'esistenza di una perla paesaggistica ed ambientale...

Monti della Tolfa

Il paesaggio neolitico di Luni sul Mignone, dal terrazzo dei Tre Erici

Civitella Cesi – Immersione Tolfa

Il borgo di Civitella appare nella campagna - no spawl da queste parti.

Ogni albero è unico. Esseri vivi lottando per sopravvivere e crescere nel mondo reale. Ferite, insetti, funghi, siccità, freddo,… L’albero sviluppa diverse strategie per sopravvivere all’avversità, per riprodursi, per crescere. E facile per chi non è mai stato nella chioma di una albero monumentale non rendersi conto della natura vivente dell’albero, ma guardare o toccare un albero tenendo in mente che l’essere è vivo è un altra sensazione.

L’unico motivo valido per capitozzare un albero è se a qualcuno piace vedere degli alberi che assomigliano a dei spaventapasseri.

Il video di presentazione dell’Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un progetto che ha sucitato l’interesse di vari sindaci dell Provincia.

Una scelta dei siti archeologici più scenici e naturali della Provincia

Poggio Giudio

Siamo a due passi da porta Porta Faul. È il punto più basso della città consequenza dell'erosione del fiume Urcionio. Un torrente che passa sotto la città di Viterbo, ricoperto per 1500 metri ca. da quasi un secolo. Nasce con il nome di fosso Luparo alle pendici del...

Acqua Rossa

Qui, nelle sale e nelle vie di accesso che percorrevano la città Etrusca di Acqua Rossa, usavano le fibule. Intorno all'edificio comunale – principale struttura visitabile sul sito –, le donne e gli uomini utilizzavano queste tipiche spille di bronzo o ferro, a volte...

Piramide di Bomarzo

Ottobre 2009, un autunno asciutto e freddo rende la foresta particolarmente colorata e le permette di conservare il suo mantello di foglie. Una caratteristica che segna tutta la provincia ed ogni angolo di bosco appare splendente. In questa mattina silenziosa, dallo...

Una scelta dei monumenti e paesi più belli della Provincia

Viterbo – Città Papale

Via Ottusa nel quartiere medievale di San Pellegrino, è sicuramente uno dei vicoli più suggestivi d'Italia. Come via San Pellegrino, il ponte del paradosso, o altri vicoli che scendono verso la valle, di notte l'illuminazione curata la rende magica e trasporta il...

Una scelta dei paesaggi più scenici e naturali della Provincia

Trasversale Orte-Civitavecchia nella Valle del Mignone!? Uno Scempio Inutile!

Alla fine, riguardo al dibattito sulla superstrada Orte-Civitavecchia, tutti la pensano nello stesso modo! Vogliono tutti il miglioramento della mobilità locale e regionale – poi alcuni sognano di grandi opere per trasportare prodotti importati da Est a Ovest! Ma tra...

Castel d’Asso

9. Castel d'Asso Necropoli rupestre ed insediamento Etrusco con Torre medievale. Difficoltà bassa. 45 min la necropoli - 3 ore con visita torre medievale. Vai alla pagina di Castel...