I Servi della Gleba

I Servi della Gleba

I Servi della Gleba I servi pensano che votare per un fantoccio mascherato da duro risolverà i loro problemi e aumenterà la quantità di giocattoli che possono comprare da Amazon, o moltiplicherà le cene nei ristoranti dove dispensano prodotti sotto vuoto riscaldati....

Le rinnovabili: un sogno che diventa un incubo per colpa di pochi.

Le rinnovabili: un sogno che diventa un incubo per colpa di pochi.

Le rinnovabili sono meravigliose – sono il sogno delle generazioni future! Non possiamo lasciare che una cattiva gestione del settore delle rinnovabili trasforma questo sogno in un incubo, in una delle principali cause di consumo di suolo e di perdita di biodiversità...

Capodimonte – un classico.

Capodimonte – un classico.

Capodimonte... Un po' come Vetralla è la porta della Tuscia rupestre, l'entrata dei paesaggi antichi, capodimonte è, dal 2011 la porta della Tuscia industriale. Da qui si prende la strada di Piansano che era meravigliosa, e si entra nella zona industriale. Gli...

La Zona Sacrificabile di Tuscania

Fotografie della zona del Comune di Tuscania (e zone limitrofe) che è stata sacrificata alla produzione di energia da fonti dette “rinnovabili”. Il territorio rurale di un eccezionale bellezza e rilevanza storica della Tuscia si vede ridotto ogni anno, e fagocitato dalle attività di consumo di suolo – dalle grandi opere agli impianti di produzione energetica o ai capannoni fantasma.

Ius Primae Noctis

Il cittadino? La gleba? La partecipazione? La rassegnazione? Il cittadino è pronto a cedere i suoi beni più preziosi per paura di perdere il poco che...

Passeggiando per la Macroarea

La Macroarea di Tuscania dove si possono realizzare i megaimpianti di fotovoltaico a terra (ma non solo) è di una grande bellezza. Nonostante le leggi del mercato neoliberista che mettono in difficoltà gli imprenditori agricoli, la maggioranza dei terreni sono a prima...

Valori

Che splendore. Coltivare la terra nel rispetto degli equilibri naturali è certamente il più nobile lavoro. L'economia delle banche è della grande distribuzione fanno di tutto per uccidere la piccola agricoltura familiare...

Paesaggi Sostituiti – Pian di Vico

Se uno dovesse seguire l'ipotesi di tracciato della via Clodia secondo l'architetto Montuori, questo punto di vista panoramico che guarda su Pian di Vico (primo piano e al centro) in direzione del mare si troverebbe grossomodo sul percorso dell'antica via. Un arco di...

Macroarea

Tuscania, la macroarea sacrificata alla produzione di...

Incubo Rinnovabile

Una cosa si rinnova per certo ogni giorno: l'incubo di vedere questa terra dei paesaggi "Etruschi" trasformata in un altra zona sprawl come praticamente l'integrità del territorio non montano d'Itlaia. In questo caso sprawl energetico. Immaginate che scena era prima...

Rinnovabili e distruzione del paesaggio – un controsenso?

 

Convenzione Europea del Paesaggio – Firenze – 20-10-2000

Civitella Cesi – Immersione Tolfa

Il borgo di Civitella appare nella campagna - no spawl da queste parti.

Il Fiume Mignone – Un Percorso Indimenticabile per i Paesaggi Antichi del Lazio

Sulla sessantina di chilometri del percorso del fiume Mignone, attraversiamo dei paesaggi "antichi" senza incontrare elementi moderni se non all'ultimo quando si arriva alla Aurelia. Possiamo entrare in una sorta di viaggio nel tempo. Un esperienza sensoriale e...

Tolfa – crepuscolo

Quella sera, scendendo dai Monti della Tolfa dove ci eravamo "persi" con il mio collega del Lazio dei Misteri, la luce crepuscolare era di un tono rosa inusuale. Tolfa sorprende ancora una volta, sorge nel paesaggio in cima al suo ripido monte.

La Valle del Mignone

Qui il fiume Mignone abbandona i valli boschivi che circondano I Monti della Tolfa, e entra nelle terre coltivate ed i rilievi smussati che scendono verso il mare - verso destra nella foto..

Rinaldone e la Tolfa

Sulla strada del Ferrone, copelle e megaliti lavorati ricordano chiaramente gli elementi del popolo di Rinaldone della valle del Fiora... Gli elementi pre Etruschi sono numerosi sui Monti della Tolfa.

Valle del Mignone – Superstrada (proprio) in Mezzo 3.0!

In questa foto vediamo un' ampia porzione della Valle del mignone che sarebbe sventrata per sempre dalla superstrada se viene realizzato il tracciato "verde" della SS675, il cui destino risiede ormai nelle mani della Corte di giustizia Europea. Grazie ai cittadini...

salviamo la valle del Mignone

La valle del Mignone e la Tolfa - un patrimonio da salvare dal progetto dell'autostrada SS675 che potrebbe passare sul percorso della Aurelia Bis. Firma la Petizione...

Sito neolitico di Luni sul Mignone

Luni sul Mignone - un sito di una grande importanza storico-paesaggistica per l'Italia. Firmare la petizione per modificare il percorso dell SS675 che prevede di passare nella valle del Mignone pittosto che lungo la Aurelia Bis - una zona già compromessa...

Ogni albero è unico. Esseri vivi lottando per sopravvivere e crescere nel mondo reale. Ferite, insetti, funghi, siccità, freddo,… L’albero sviluppa diverse strategie per sopravvivere all’avversità, per riprodursi, per crescere. E facile per chi non è mai stato nella chioma di una albero monumentale non rendersi conto della natura vivente dell’albero, ma guardare o toccare un albero tenendo in mente che l’essere è vivo è un altra sensazione.

L’unico motivo valido per capitozzare un albero è se a qualcuno piace vedere degli alberi che assomigliano a dei spaventapasseri.

Il video di presentazione dell’Ecomuseo della Valle del Mignone e della Farnsiana finalemente online. Un progetto di Italia Nostra Sezione Etruria e del Comitato per il diritto alla mobilità di Tarquinia appoggiato da Lipu, WWF, Forum Ambientalista e del GRIG. Un progetto che ha sucitato l’interesse di vari sindaci dell Provincia.

Una scelta dei siti archeologici più scenici e naturali della Provincia

Poggio Giudio

Siamo a due passi da porta Porta Faul. È il punto più basso della città consequenza dell'erosione del fiume Urcionio. Un torrente che passa sotto la città di Viterbo, ricoperto per 1500 metri ca. da quasi un secolo. Nasce con il nome di fosso Luparo alle pendici del...

Acqua Rossa

Qui, nelle sale e nelle vie di accesso che percorrevano la città Etrusca di Acqua Rossa, usavano le fibule. Intorno all'edificio comunale – principale struttura visitabile sul sito –, le donne e gli uomini utilizzavano queste tipiche spille di bronzo o ferro, a volte...

Piramide di Bomarzo

Ottobre 2009, un autunno asciutto e freddo rende la foresta particolarmente colorata e le permette di conservare il suo mantello di foglie. Una caratteristica che segna tutta la provincia ed ogni angolo di bosco appare splendente. In questa mattina silenziosa, dallo...

Una scelta dei monumenti e paesi più belli della Provincia

Viterbo – Città Papale

Via Ottusa nel quartiere medievale di San Pellegrino, è sicuramente uno dei vicoli più suggestivi d'Italia. Come via San Pellegrino, il ponte del paradosso, o altri vicoli che scendono verso la valle, di notte l'illuminazione curata la rende magica e trasporta il...

Una scelta dei paesaggi più scenici e naturali della Provincia

Trasversale Orte-Civitavecchia nella Valle del Mignone!? Uno Scempio Inutile!

Alla fine, riguardo al dibattito sulla superstrada Orte-Civitavecchia, tutti la pensano nello stesso modo! Vogliono tutti il miglioramento della mobilità locale e regionale – poi alcuni sognano di grandi opere per trasportare prodotti importati da Est a Ovest! Ma tra...

Castel d’Asso

9. Castel d'Asso Necropoli rupestre ed insediamento Etrusco con Torre medievale. Difficoltà bassa. 45 min la necropoli - 3 ore con visita torre medievale. Vai alla pagina di Castel...